Parmareggio informa

Scopri il mondo Parmareggio in tutte le sue forme.

PARMAREGGIO IN CANADA: ENJOY IT'S FROM EUROPE
Pubblicato il 05/05/2017 nella categoria Public relations

E’ stata una vera e propria "High Level Mission" quella che si è svolta in Canada dal 30 aprile al 3 maggio scorsi e che ha coinvolto una delegazione commerciale Europea, composta da una trentina di aziende di vari settori alimentari: lattiero caseario, carni suine, carni bovine, aziende vitivinicole,
industrie di panificazione e molitorie, aziende olearie, distillerie e produttori di bevande alcoliche.
La selezione delle aziende coinvolte è stata molto accurata e per il lattiero caseario europeo c'erano aziende del calibro di VALIO – Finlandia, Kerrygold – Irlanda, Vivartia - Delta Foods Grecia, Bergland Milch – Austria ed altre, compresa la Gran Bretagna che è ancora membro. Su 28 Paesi a rappresentare l’Italia sono stati chiamati Parmareggio e Zanetti, i due più importanti player del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano, scelta che significa tanto soprattutto alla luce dello scopo della missione.
La protezione dei cosiddetti G.I. cioè i prodotti DOP, IGP e IGT oltre che i prodotti Bio con il relativo riconoscimento dei loghi che li contraddistinguono, sono stati infatti punti fissi in ogni riunione alla luce dei nuovi accordi C.E.T.A. (Canadian European Trade Agreement).
Colloqui istituzionali tra il Commissario Hogan (il ministro dell'agricoltura Europeo) con i propri omologhi del Quebec e dell'Ontario, che si sono svolti sia a Ottawa sia a Toronto.
Il cuore della missione era di far sentire il peso dei produttori europei e dei prodotti di qualità riconosciuti come "G.I." (Indicazione Geografica) nell'ottica dei nuovi accordi, che prevedono un aumento enorme dei prodotti che si gioveranno dell'importazione Duty Free in Canada. In sintesi il nuovo accordo C.E.T.A. porterà all'eliminazione delle tariffe per il 92% delle categorie merceologiche in importazione in Canada dall'Unione Europea ed il 93% delle categorie in export dal Canada verso l'Unione Europea.
Tra i prodotti che avranno ancora regolamentazioni tariffarie e quote massime da rispettare, ci sono le carni avicole, le uova e purtroppo ancora i prodotti lattiero caseari, che avranno per un periodo ancora limitazione nelle quantità importate ed un sistema di licenze all'importazioni molto rigido. Tuttavia i formaggi europei si gioveranno di un raddoppio delle attuali 16.500 tonnellate a 32.000 tonnellate nel giro di 6 anni. Le regole con cui questi aumenti avranno luogo è stato uno degli argomenti trattati ed il motivo per il quale la squadra europea si è presentata con una folta rappresentanza di aziende, che con il loro fatturato complessivo hanno fatto sentire la loro voce. L'unione Europea fa la forza … è il caso di dire!
Nei vari incontri, la delegazione ha incontrato i ministri dell'agricoltura del Quebec, dell'Ontario oltre al primo ministro Trudeau.
Parmareggio, rappresentata dal nostro Direttore Export Paolo Ganzerli, è stata più volte citata dal commissario Phil Hogan per la presenza presso diversi Supermercati in Canada (Costco, Sobeys, Pusateri's e Fortino's) con i nostri prodotti più rappresentativi, come il Parmigiano Reggiano 30 Mesi.